La vita nova

Cantata per voce recitante, soprano e piccola orchestra  

“È una breve opera musicale ispirata alla stupefacente opera poetica di Dante: stupenda sia nei contenuti narrati sia nella forma sorprendente - un prosimetro su cui esperti dantisti ancora si interrogano con stupore. Un musicista come me, invece, si interroga sulla forte commozione che quest’opera ancora suscita a un lettore del terzo millennio, e quella commozione ho cercato di restituirla in termini musicali. Ho scritto questa cantata con l’ambizione di mettere nei pentagrammi di una partitura qualche scheggia della luce che la lettura di Vita nova accende nel mio animo, immaginando un Dante giovane, così lontano nel tempo - e così nostro contemporaneo grazie alla forza della sua poesia. 

L’orchestra si fa guidare da una voce recitante che fa risuonare i versi danteschi, e da una voce di soprano che vocalizza gli inafferrabili sospiri suggeriti da “uno spirto soave ien d’amore”.

Nicola Piovani 

 

Ensemble strumentale diretto da Nicola Piovani 

Marco Loddo contrabbasso 

Ivan Gambini percussioni 

Alessio Mancini flauti

 Marina Cesari sassofono 

Rossano Baldini tastiera 

e strumentisti dell’Orchestra Giovanile Italiana

 

La Compagnia della luna

 Musica a Stampa